Kill the Troll: il bello di parlare a caso

Regala anche tu la fantastica maglietta Kill The Troll a chi ha l’abitudine di parlare ad minchiam solo per dar sfoggio del niente! 

kill-the-troll

Ieri sulla Community di AdWords, MarcoP si domandava se avesse senso, attraverso le regole automatizzate, mettere in pausa una campagna durante le ore notturne per evitare di sprecare click e quindi sforare il budget giornaliero. 

Non è necessario scomodare le regole automatizzate per mettere in pausa le campagne in certe fasce orarie, è sufficiente usare le impostazioni di pianificazione oraria. (soluzione facile a un problema facile)

Il problema però è un altro: la domanda presuppone che AdWords sia una spesa e non un investimento. La richiesta infatti si focalizza solo sui clic e non accenna minimamente alle conversioni.

E poi… di che settore stiamo parlando? Se fosse la promozione di AdWords per un sexy shop, beh… ci penserei un pò a mettere in pausa le campagne di notte! Orde di mariti che cercano regali per l’amante (e che cercano di notte per non farsi beccare dalla moglie) non troverebbero più risposta alle loro necessità! Quindi… dato che quest’informazione di base non l’abbiamo… di cosa stiamo parlando? 

 Forse per il ritardo nella risposta (scusate eh.. ma ogni tanto, come nelle soap opera sudamericane “anche i collaboratori principali lavorano” ) MarcoP ripropone la domanda, riformulandola. 

“Le regole automatizzate offrono la flessibilità di aumentare o diminuire i valori di budget della campagna in base all’ora del giorno ( es. notte diminuisco in budget o metto in pausa)”

Da qui la “nientologia” comincia a dare ampio sfoggio di sè :mrgreen:  (e anch’io ho fatto la mia parte).

La domanda, così come era posta, prevedeva un’unica risposta: “puoi usare la pianificazione per mettere in pausa o per cambiare l’offerta CPC, ma non puoi aumentare/diminuire il budget usando come criterio il tempo, se non creando campagne diverse, pubblicate in orari diversi “, invece ne è nata una discussione del tutto inutile:

Astro Nascente: Salve, io dopo vari test (3 mesi) sulle mie campagne, ho notato scarse conversioni di notte…e quelle poche non erano di qualita’ (esempio: ragazzini … che compilavano il form perche’ non avevano altro da fare)…..quindi per il mio settore ho preferito spegnere totalmente di notte. ripeto e’ solo nel mio caso….nel tuo, devi valutare dai tuoi risultati.

Ok nel tuo settore, le conversioni notturne sono qualitativamente pessime. Ma qual è il tuo settore? Vendi tubi per pressofusione o incontri hot con escort di lusso? Il tuo target è dato da bimbominkia che di notte dormono dovrebbero dormire o da panettieri che si svegliano all’una per andare a fare il pane? E poi, vari test (3 mesi)… 3 mesi da solo un’indicazione temporale non certo del grado di affidabilità dei test stessi. Di che test stiamo parlando? E come li hai valutati? A sentimento o c’è stato il minimo sindacale di analisi statistica dei risultati?

Risking Absurdity: e se MarcoP promuovesse un sexy shop? O un servizio di taxi notturno? Chi lo sa NEL SUO CASO, se le conversioni notturne sono proficue o meno.

Astro Nascente: ..ho detto apposta nel mio caso….per ben due volte….(fare un esempio…dare una propria esperienza…scambiare le idee giuste o anche sbagliate che siano….favorire la comunicazione per la crescita dell’ esperienza….penso sia questo il senso di un forum….altrimenti a che serve?)….penso che poi uno e’ libero di scegliere la risposta (o il consiglio) che lo convince di piu’.

Si ciccio bello, lo scambio è occasione di crescita. Però se nello scambio fosse stata trasmessa anche qualche informazione utile, forse si cresceva di più :-). Questa risposta mi fa lo stesso effetto di “azienda leader nel settore da 100 anni con esperienza a 360°, vantando partner internazionali, ha nella sua mission la soddisfazione totale del cliente”. (non vi dico qual è l’effetto perché magari qualcuno sta mangiando). Si deve per forza parlare per frasi fatte? Roba che neanche l’oroscopo di Branko: la frase che puoi sfoggiare in qualsiasi occasione (anche se non vuole dire niente).

RiskngAbsurdity: ma anche essere permalosi non va tanto bene 😉 Il senso della mia risposta era: prima di portare le proprie esperienze personali, che sono Specie-Specifiche, cioè conseguenza di una serie di fattori (fra cui: settore, target etc), è necessario approfondire la domanda che manca di elementi fondamentali per una risposta. Il rischio altrimenti è quello di dare mille risposte, tutte giuste, ma giuste solo nel loro contesto. Ci crederesti che nel caso del mio cliente preferito, gli ordini più proficui arrivano alle 2 di notte? Allora, tutte le campagne per gli ecommerce le facciamo alle 2 di notte?

Astro Nascente: hai detto giusto nel tuo caso….come nel mio no…….e poi se la domanda la pone due volte …ed io non me ne sono accorto….e’ povera di particolari o di dettagli importanti ….non e’ colpa mia……o non devo rispondere?……penso sia libero dare una risposta secondo il proprio parere…..poi uno e’ libero di scegliere la direzione da prendere.

Asilo nido sezione grandicelli. Il problema di parlare a vanvera è che qualche volta vanvera risponde… Se la domanda è povera di particolari, si potrebbe anche decidere di chiederli (o astenersi da una risposta). 

RiskngAbsurdity: che taglia hai? te la regalo 😉 

Astro Nascente: ma….concludo qui….non voglio continuare inutilmente…..concludo solo con una parola…….”ABSURDITY”…. 😉

A parte lo sfoggio del niente, cosa c’è di male in questa discussione? Io mi sono divertita un sacco a fare l’ “acida spacca ca**i” come al solito (Risking Absurdity sono io). Il problema è che rispondere con “nel mio caso” senza specificare qual è il tuo caso e come si differenzia o meno dal caso di chi ha posto la domanda, di certo non aiuta chi ha posto il quesito: dopo che gli hai detto che nel tuo caso hai sospeso le campagne di notte, a MarcoP cosa cambia? Dovrebbe farlo anche lui? Perché? 

P.s. vattelapesca@conlacanna.it quando avrai il coraggio di commentare senza nasconderti dietro un’email fake il tuo commento lo pubblico 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.