E se mi arrivasse un cliente che fa il traslocatore?

Tra poco traslocherò, non ho molte cose da trasferire ma quando feci la ricerca “Traslochi padova”, pensai che era meglio lasciare fare il lavoro a chi lo sa fare. Soppesando costi e benefici avevo pensato che il costo del trasloco valeva bene lo sbattimento di fare il trasloco. Il problema è che non avevo idea di quanto potesse costare un trasloco.

Inizia la fase esplorativa: cerco di capire quanto costa un trasloco. La faccenda si rivela più complicata del previsto. Nessuno si sbilancia sui costi, per avere un’idea “di massima” devi per forza compilare la form / telefonare. Mi girano un po’ le scatole perché vorrei avere solo delle informazioni che il tuo sito non mi sta dando ma dato che i tempi stringono e mi trovo in una condizione di necessità… comincio a compilare form a rotta di collo.

E qui (secondo me) c’è il primo problema: la mia form compilata o la mia telefonata per te traslocatore sono un costo. Sono un costo perché qualcuno (che tu stai pagando) ha “perso tempo” per darmi delle risposte, più o meno utili, che avrei potuto trovare sul sito. Se ci fossero state. Non volevo (ancora) il prezzo preciso. Mi bastava un’indicazione “di massima”.

Ma veniamo a noi. Arrivo su habitissimo.it (e immagino che gli inserzionisti di habitissimo paghino per essere lì). La pagina di destinazione in cui “atterro” mi dice che posso ricevere fino a 4 preventivi da professionisti della mia zona. Compilo la form e aspetto.

Mi contattano solo due professionisti della mia zona. Ma come? Non dovevano essere quattro? Va beh, già un po’ inacidita aspetto le proposte.

Il primo mi risponde subito dando una cifra (a caso). Ringrazio chiedendo la loro disponibilità e prontamente rispondono “siamo disponibili verso i primi di gennaio, a lei la scelta”. Beh ecco, cosa vuol dire “primi di gennaio“? Il 2? il 10? E poi… “a lei la scelta”… mi pare quasi di infastidirti. Ovviamente l’e-mail non aveva alcuna firma. Forse stavo parlando col fantasma formaggino. (ho il sospetto che la prima cifra indicata fosse a caso perché dopo 3 giorni mi è arrivato un nuovo preventivo… che era il doppio del primo)

Ma questi erano ancora il meno. Il bello doveva ancora venire. Mi chiama un tale che si presenta come [nome e cognome], me lo immagino come un signorotto sulla sessantina che “tira a campare come può”. Insomma, sto tizio con un nome singolare (un po’ come se si chiamasse Rossello) mi chiama, mi racconta la storia della sua vita, mi passa anche la moglie. Provavo anche della simpatia per quell’ometto che ha formalizzato il preventivo via sms. Educatamente rispondo. E lui mi saluta sinceramente.

Dopo i saluti sinceri mi prendo qualche giorno per valutare anche altri preventivi. Il Rossello però continua a chiamarmi cercando Catia. Dico che ha sbagliato numero e stop. Passa qualche giorno e penso “và il Rossello, è stato tanto disponibile, quasi quasi chiamo lui”, è lì che mi sono accorta del messaggio vibrante a velocità variabile. Ecchediamine… sto elemento lo avevo trovato su habitissimo.it non in un portale per scambisti.

trasloco

 

Gli altri traslocatori contattati sono stati meno “folkloristici” ma a modo loro “singolari”. Una segretaria si è impuntata che doveva per forza mandare Francesco per un sopralluogo, nonostante gli avessi detto che non avevo finito di fare gli scatoloni e che per il momento volevo solo una cifra indicativa. La signora, anche abbastanza indispettita, ha cominciato a trattarmi come una craniolesa e a fissare appuntamenti a orari improbabili perché poi Francesco aveva le terapie. Un terzo traslocatore mi ha chiamato per dirmi che mi avrebbe mandato il preventivo per e-mail verso mezza notte perché prima doveva cenare.

Ora… probabilmente li ho trovati tutti io quelli “strani” (e infatti per il trasloco mi arrangerò). Ma immaginiamo che questi signori fossero venuti da me dicendomi “o Ross, mi fai una campagna AdWords”. A dire la verità ci avevo anche un po’ pensato. Pago metà in soldi metà in consulenza AdWords. Fortuna che ho cambiato idea.

Ci si sarebbe sbattuti a pensare al “problema” del target che deve traslocare, forse sarebbe stata ideata una landing page (i siti che ho visto dei traslocatori sono tutti “anni 80”, con colori sgargianti e leggermente autoreferenziali). Avrei cercato di capire cosa vuole colui che chiede un trasloco. Io per esempio volevo cavarmela in fretta senza troppi sbattimenti e possibilmente, senza pagare un occhio della testa. Avrei cercato di scrivere annunci / fare banner che colpissero i bisogni (più o meno manifesti) degli utenti, avrei ottimizzato le keyword e i posizionamenti nel caso di una campagna display. Ci avrei investito del tempo. Probabilmente sarebbero arrivati dei contatti, ma altrettanto probabilmente la lead non sarebbe stata chiusa. Bene AdWords non funziona. Continuo a fare volantini.

3 pensieri su “E se mi arrivasse un cliente che fa il traslocatore?

  1. Francesco S.

    Ciao, Anche con me i traslocatori sono stati “folkloristici” come dici tu. Quando ho traslocato ormai 4 anni fa, hanno fatto irruzione 2 ore PRIMA dell’appuntamento svegliandoci di soprassalto. Mio padre è stato male per tutto il resto della giornata dal casino e dal marasma che hanno provocato… effettivamente sono una razza un po strana…… comunque alla fine ce l’abbiamo fatta.

    Rispondi
  2. Raffaele

    Non sai quanto ti capisco…. in certi casi bisogna fare anche una scrematura tra i clienti che ti chiedono consulenza, data la complessita e gli alti costi che ha raggiunto Adwords per portare a casa dei risultati bisogna lavorarci tanto, e se poi non si sfrutta al massimo il contatto ricevuto è inutile.

    PS è da un po che non scrivi un nuovo articolo…

    Rispondi
    1. rosserva Autore articolo

      Ciao Raffaele,
      Questa volta io l’ho vissuta da potenziale cliente che ha compilato un form. Ed era tutto per dire che non basta acquisire un contatto, che il mondo di non si ferma ad adwords ☺.
      Ps. Sei stato attento Raffaele.. Hai ragione, è un po’ che non scrivo nuove rosservazioni

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *