Cosa c’entra il Remarketing col Black Friday?

Lo ammetto, Justin Cutroni svetta nella hit parade dei miei eroi personali. Si intende… subito dopo Raffaella Carrà e i Pooh.

L’anno scorso scrisse di Cohort Analysis e spiegò un metodo possibile due metodi possibili basati sull’ “Analytics di allora” per creare le coorti sulla base della data della prima visita. Le soluzioni erano (ovviamente) eleganti: variabili personalizzate o eventi. Non per niente Justin è Evangelist e non Specialist :mrgreen: . Comunque, fatto sta che un pò perché me lo ha suggerito Justin, un po’ perché stavolta ci sono arrivata anche da sola, avevo pensato… “ma pensa te che figata spaziale usarlo per il remarketing“. 

La Cohort Analysis con… l’Analytics dei giorni nostri

Giocando con Analytics, ieri mi son messa a fare segmenti come se non ci fosse un domani. Un esempio è questo

segmenti-avanzati

 L’ho replicato anche per ottobre e novembre. Il risultato è per certi versi ovvio, per altri un’ottima spiegazione ai clienti quando ti martellano le ovaie perché AdWords (secondo loro) non rende.

Il grafico ci dice che chi ha iniziato il suo percorso d’amorosi sensi (…) con il sito a settembre tende a convertire di più (numericamente) nel mese stesso (questa è la scoperta dell’acqua calda), ma poi converte anche nei mesi successivi (e questa è la spiegazione ai clienti picconatori di organi genitali).

cohort-analysis

Analizzando il valore medio dell’ordine, un dato salta all’occhio: nella prima metà del mese successivo, lo scontrino medio sale. Forse che questi utenti comprando articoli più costosi ci vogliono pensare un pò su? 

valore-medio

Dati alla mano, mi viene un’ipotesi (non l’ho ancora provata e non so se funziona): e se facessimo una campagna di remarketing, aggressiva ma limitata nel tempo, sui prodotti più costosi da rivolgere a chi è entrato nel sito la prima volta un mese prima? Si, ma come si fa? Provo e riprovo con le liste da Google Analytics ma non trovo una soluzione. Finché oggi entro nella Libreria Condivisa di AdWords e cosa trovo? 

elenchi-remarketing

E il Black Friday cosa c’entra con tutto sto pistolotto? 

Beh si… volevo vedere che succede mettendo un titolo a caso. Ma pensateci, il Black Friday (o i periodi di saldi) non sono forse un periodo particolare nell’esistenza di un negozio? 

Porta gli occhiali? Il cappello com’è? Ma è Jack ecco chi è: identikit dell’acquirente da black friday.

La butto lì… scrivo a voce alta  :mrgreen:

  • uno che ha avuto una botta di culo, non sapeva degli sconti da Black Friday, è capitato nel sito e ha comprato ma avrebbe comprato anche alla vigilia di Natale (solo se avete le spedizioni ultra veloci)
  • uno che puntava quel divano Emu da giardino fin dall’estate 2009, poi… son soldi eh… ma trovandolo al 50% di sconto lo compra. 

Entrambe le ipotesi sono possibili, ma forse il “cercatore di occasioni” è più probabile. Se domani, per “n motivi” avessimo la necessità di svuotare il magazzino, il nostro “cercatore di occasioni” non è forse il target ideale? 

Ps. La lista è creata da AdWords, quindi la possiamo usare sia per il remarketing su rete di ricerca che su rete display.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.